28.8.17

Workshop al Week Hand, il festival del fatto a mano



Ho da darvi un'ottima notizia: anche quest'anno parteciperò al Week Hand, il ricco festival interamente dedicato all'artigianato che si terrà a Foligno il 23 e 24 settembre.
La domenica mattina, terrò un originale workshop, (originale perché è frutto della mia fantasia), dal titolo "Spilla Tulipano". Il corso è gratuito, ma, chiaramente sarà a numero chiuso, quindi se decidete di partecipare sarà meglio prenotarvi il prima possibile; qui il link diretto per fare la prenotazione, dove troverete anche, in dettaglio, la descrizione del laboratorio. 
Queste occasioni mi entusiasmano più di ogni altra cosa, sia per l'emozione di mettermi in gioco, di creare al di fuori della mia zona comfort, sia perché sono delle meravigliose occasioni per incontrarci, per vederci dal vivo e uscire finalmente dagli schermi dei nostri apparecchi tecnologici.
Ma il Festival non sarà solo workshop (ce ne saranno tantissimi anche dedicati ai bambini) ma sarà un opportunità per fare acquisti hand made. Cinquanta, infatti, sono gli espositori, uno più interessante dell'altro, ma per tutte le informazioni complete vi consiglio di visitare il sito del Week Hand e di seguire la loro pagina fb
Intanto vi mostro la spilla che realizzeremo insieme, in 2 varianti di colore. Voi quale preferite?


Qui invece potete leggere il mio racconto dell'esperienza dello scorso anno e qualche foto dell'evento, che anche quest'anno si svolgerà nella storica cornice di palazzo Trinci .


Vi saluto, con la speranza di incontrarci presto!

Giorgia

12.6.17

Decluttering nel mio angolo craft


Quando senti la necessità di avere più spazio, ma aggiungere un solo centimetro quadro è una mission impossible anche per Mary Poppins, non ti rimane altro che rimuovere oggetti e materiali inutili, in modo che lo spazio che prima riservavi a loro, magicamente ridiventi tuo e della tua mente.
E'ciò che ho fatto nel mio minuscolo angolo craft, (qui potete vedere le versioni precedenti, compreso il periodo green e quello natalizio, nelle loro condizioni migliori).

crast space

craft room

Mi serviva più spazio per progettare e realizzare i miei bijoux in legno. Mi serviva più spazio visivo per donare concentrazione e lucidità alla mente. E' proprio vero il concetto tanto caro a Dominique Loreau: il meno è più. Ne parla nel suo libro l'arte della semplicità, che ho molto apprezzato.
Infondo, negli anni il mio craft corner si era riempito di materiali, (la maggior parte di riciclo), che attualmente non stavo più usando, e così via, li ho dimezzati! Ho eliminato anche i libri sulla creatività e staccato la cantinetta che tanto mi ero prodigata a dipingere di bianco. Ma attenzione, i libri non li ho buttati, li ho solo trasferiti nella libreria del salone, che già era stata sottoposta ad una bella alleggerita un paio di anni fa e che, usando il kindle, non era stata più rifocillata.

craft room

Eliminando la cantinetta. ho potuto alzare la bacheca, acquistata anni fa ad un mercatino dell'Aquila, e riappropriarmi della striscia di tavolo che essa sovrastava (essa, da quanto tempo non usavo questo pronome!)

craft room

Lasciando l'essenziale ho potuto concedermi anche qualche vezzo, come la sfera in carta trovata nell'ultimo book di flow e i fiori freschi che mi sono stati regalati in un giorno speciale. 
La stampa di do what you love è di Enrica di Paz Garden, qui la potete scaricare gratuitamente.

craft room

In quest'ultima foto potete vedere bene il perché non posso aumentare lo spazio e utilizzare un tavolo più grande: esso (oh mamma, è successo di nuovo), è incassato tra l'armadio e il muro. 
E voi che tipi siete? Essenziali o accumulatrici?
Bé, su questo punto cruciale vi saluto e vi abbraccio calorosamente!
A presto,
Giorgia




26.4.17

Diy: come creare un wall hanging


Buongiorno a tutti e ben tornati nel mio angolo di creatività.
Oggi sono qui, udite udite, per un Diy! Sì, lo so che, ultimamente i miei tutorial sono diventati rari come i passaggi delle comete, ma questo è molto carino e soprattutto super personalizzabile.
Da tempo avevo in mente di realizzare una decorazione da muro che mi rappresentasse, (no, non ho mai pensato ad un auto ritratto :-) !) e allora cosa ho fatto? Ho scattato una foto ai miei amati funghetti, le ho dato un effetto fumetto e con l'aiuto del sito Contrado, l'ho stampata su stoffa per realizzarci una decorazione da muro.
Questo è il materiale che mi è servito:

occorrente: materiali


Occorrente:




  • stampa su stoffa 
  • ago e filo
  • cordoncino di juta
  • 2 pezzi di canna di bambù
  • forbici


  • I bordi laterali li ho semplicemente piegati e stirati. Quello superiori e inferiore, invece, li ho cuciti intorno alle 2 canne di bambù.
    In ultimo ho legato, con 2 nodi, il cordoncino di juta.

    decorazioneda muro

    Per quanto riguarda la stoffa, io ho scelto una tela fotografica 300gr/m, ma nel sito Contrado trovate una scelta infinita di tessuti da personalizzare.

    wall hanging

    I 2 pezzi di canna di bambù, invece, li ho ritagliati da una canna che mio figlio si era riportato a casa, dopo una passeggiata al mare. Per quanto era lunga, la conservavamo da mesi, inclinata verticalmente, in un angolo del salone. Sono stata molto contenta di avergli dato il permesso di portarla a casa senza un motivo preciso, anche se, ripensandoci, non è stato molto comodo viaggiare con un asta sotto il mento.

    stampa fotografica

    Spero di avervi dato un bello spunto per le vostre iniziative creative, che vanno assolutamente assecondate!
    Buona creatività a tutti,

    Giorgia