20.6.16

Collane Volpe: alla prima spedizione, il primo grande errore commesso


L'ultima cosa che desideravo, era che la prima Collana Volpe che mi era stata richiesta arrivasse danneggiata nelle mani della sua nuova proprietaria. Invece è esattamente quello che è successo. Subito dopo il suo arrivo Claudia mi scrive e mi invia la foto della collana: le mancava un occhio e un pezzettino di pelle. 
Appena sono stata in grado di chiudere la bocca, ho capito cosa le era successo. No, la colpa non era d'attribuire al servizio delle poste italiane alla quale l'avevo affidata; troppo facile. La colpa era d'attribuire e me medesima.
Io, che con tanto amore l'avevo ideata, creata e confezionata, l'avevo anche cancellata.
Ebbene si signori della corte (ops, forse mi sto facendo prendere un po' troppo la mano...), il mio eccesso di zelo ne è stata la causa.
Non so se per voi è lo stesso, ma io quando ricevo un pacco sono al settimo cielo; per me è un momento magico quando c'è l'ho tra le mani e lo scarto, (e questo accade anche se sono io che l'ho ordinato e so esattamente cosa contiene).
E così per aggiungere magia al momento in cui Claudia avrebbe scartato il suo pacchetto, ho pensato bene di coinvolgere oltre che la sua vista e il suo tatto, anche il suo olfatto, e cosa ho fatto signori giurati? (Oh, oh, sta accadendo di nuovo...). Ho spruzzato sul sacchetto di juta, un eu de parfum al tè verde dal profumo inebriante.
Che ingenua che sono stata: l'alcol contenuto nel profumo, spruzzato appena prima di imbustare la collana e spedirla, è stato fatale per la Volpe rossa, nonostante lo strato di vernice protettiva trasparente.
Ma non potevo assolutamente permettere che tutta questa storia non avesse il suo ben lieto fine. Così, subito dopo aver visto la foto di Claudia, mi sono messa all'opera. Non importava se era a fine giornata e già avevo speso le mie ben otto ore a creare gioielli preziosi, ero passata a prendere Giacomo a scuola, portato a passeggio il cane e steso la lavatrice, Claudia doveva al più presto avere la sua Collana Volpe!



A presto,

Giorgia

6 commenti:

  1. Come si sul dire,ogni esperienza serve.
    Probabilmente il sacchetto di juta si è impregnato ed ha creato un effetto batuffolo.
    Una soluzione potrebbe essere questa: impregnare una strisciolina di carta assorbente nel profumo,farla asciugare (magari ponendola nello stesso cassetto con il sacchettino) e poi,assicurandosi che sia profumata ma non umida,porre la strisciolina nella confezione sotto al sacchetto (insomma,fare in modo che il profumo non venga mai acontatto con il monile).
    E' incredibile pensare quanto aggressivi possano essere certi profumi a base alcolica.
    Pensa l'effetto su colori di una camicetta,o sui decori di una collana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hai dato un ottima soluzione. Anche io non pensavo che fosse così aggressivo il profumo, inoltre spruzzandolo prima di chiudere la busta, non gli ho dato neanche il modo di evaporare un po'.
      Si, sicuramente farò tesoro di questa esperienza.
      Grazie!

      Elimina
  2. Che cara che sei Giò, sei così umile ed autocritica... questo ci aiuta a fare sempre meglio e ad imparare dai nostri errori.
    Chicca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cert Chi e credo che su questo punto andiamo proprio a braccetto!

      Elimina
  3. Sbagliando si impara... ;)
    Bellissima collana e bravissima tu che hai capito cos'era successo e hai rimediato immediatamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Gemma! Si, per fortuna mi si è accesa subito la lampadina!!!
      Grazie :-)

      Elimina

QUI POTETE LASCIARE UN VOSTRO PENSIERO